Nuove opportunità di sviluppo nella quarta rivoluzione industriale


Egregi Kazakhstani!

Oggi il mondo sta entrando nella Quarta rivoluzione industriale, un'era di profondi e rapidi cambiamenti: tecnologici, economici e sociali.

Il nuovo sistema tecnologico modifica radicalmente il nostro modo di lavorare, di realizzare i nostri diritti civili, di crescere i nostri figli.

La necessità di essere pronti per i cambiamenti e le sfide globali ci ha spinto ad approvare la «Strategia di sviluppo Kazakhstan-2050».

Ci siamo posti l'obiettivo di entrare nel novero dei trenta paesi più sviluppati del mondo.

È in via di realizzazione il Piano della nazione-100 passi concreti, 60 dei quali sono già stati implementati. I restanti hanno un carattere sostanzialmente di lungo termine e si realizzano gradualmente.

L'anno scorso è stata avviata la Terza modernizzazione del Kazakhstan.

Si sta attuando con successo il Programma di industrializzazione.

È stato adottato il programma complessivo «Kazakhstan digitale»

È stato elaborato il Piano Strategico complessivo della Repubblica del Kazakhstan al 2025.

I nostri obiettivi a lungo termine restano immutati.

Disponiamo di tutti i programmi necessari.

Questo Messaggio definisce cosa dobbiamo fare per sostenere il nostro percorso e adeguarci al nuovo mondo, il mondo della Quarta rivoluzione industriale.

Cari connazionali!

Noi abbiamo creato un Kazakhstan indipendente che è diventato un brand che ispira fiducia e rispetto nel mondo.

Nel 2017 il nostro paese è entrato, come membro non permanente, nel Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

Nel gennaio 2018 ne abbiamo assunto la presidenza.

Siamo diventati il primo stato tra i paesi della CSI e dell'Europa orientale scelto dalla comunità mondiale per ospitare la Mostra Mondiale specializzata «EXPO».

In Kazakhstan è stato costruito un modello di economia di mercato che funziona efficacemente.

Nel 2017 il paese, superate le conseguenze negative della crisi mondiale, ha ripreso la rotta di una crescita sicura.

Il PIL è aumentato nell'anno scorso del 4%, mentre la produzione industriale di più del 7%.

Inoltre il settore manifatturiero ha superato il 40% della produzione industriale

Lo sviluppo positivo del Kazakhstan ha consentito la formazione del ceto medio.

La povertà si è ridotta di 13 volte, il livello della disoccupazione è sceso al 4,9%.

Alla base dei successi socio-economici del paese ci sono la pace civile, l'accordo interetnico e interconfessionale che sono all'apice della nostra scala valoriale.

Tuttavia noi dobbiamo essere profondamente consapevoli che i successi del Kazakhstan costituiscono sì una base affidabile, ma non una garanzia di successi futuri.

L'epoca «dell'abbondanza petrolifera» si sta praticamente esaurendo. Il paese necessita di una nuova qualità dello sviluppo.

Le tendenze globali dimostrano che questa deve fondarsi in primo luogo sulla vasta implementazione di elementi della Quarta rivoluzione industriale.

Che comporta sia sfide sia opportunità.

Io sono sicuro che il Kazakhstan possegga tutte le caratteristiche necessarie per entrare nel novero dei leader del nuovo mondo.

A questo fine è necessario concentrarsi sul raggiungimento dei seguenti obiettivi:

PRIMO. L'industrializzazione deve diventare la locomotiva dell'introduzione di nuove tecnologie.

Proprio i suoi risultati hanno costituito uno dei fattori stabilizzanti negli anni di crisi 2014-2015, quando i prezzi del petrolio sono scesi bruscamente.

Per questo si continua a puntare sul settore manifatturiero ad alta produttività.

Al contempo l'industrializzazione deve diventare più innovativa, utilizzando tutti i vantaggi del nuovo sistema tecnologico 4.0.

È necessario elaborare e approvare nuovi strumenti, indirizzati alla modernizzazione e alla digitalizzazione delle nostre aziende puntando sull'esportazione della produzione.

Questi strumenti devono in primo luogo stimolare il trasferimento delle tecnologie.

Bisogna realizzare un progetto pilota di digitalizzazione di alcune aziende industriali kazakhstane e in seguito diffondere ampiamente questa esperienza.

Una questione fondamentale è lo sviluppo di un nostro ecosistema di sviluppatori di soluzioni digitali e di altre soluzioni innovative.

Il sistema deve compattarsi intorno a centri innovativi quali l'Università Nazarbayev, il Centro Internazionale della Finanza di Astana e il parco tecnologico internazionale IT-startup.

L'organizzazione dell'attività del Parco delle tecnologie innovative «Alatau» deve essere sottoposta a una seria revisione.

I fattori fondamentali del successo di un ecosistema innovativo sono lo stimolo della domanda di nuove tecnologie da parte dell'economia reale e il funzionamento del mercato privato del finanziamento con capitali di rischio.

A questo fine è necessaria una legislazione confacente.

Inoltre un significato particolare viene acquisito dallo sviluppo di IT e servizi di engineering.

La digitalizzazione dell'economia, oltre a dividendi, comporta anche il rischio di una perdita imponente di posti di lavoro.

Prima bisogna elaborare una politica concordata di collocazione al lavoro della mano d'opera espulsa dal mercato.

È necessario adeguare il sistema dell'istruzione, delle comunicazioni e della standardizzazione alla nuova industrializzazione.

Nel 2018 bisogna iniziare l'elaborazione del terzo quinquennio dell'industrializzazione, dedicato all'affermazione dell'industria dell'epoca digitale.

SECONDO. Ulteriore sviluppo delle risorse

Il mondo del XXI secolo continua ad avere bisogno di risorse naturali che, anche in futuro, avranno un ruolo particolare nello sviluppo dell'economia globale e dell'economia del nostro paese.

Tuttavia occorre ripensare in maniera critica l'organizzazione delle industrie di materie prime e gli approcci alla gestione delle risorse naturali.

È necessario introdurre dinamicamente piattaforme informatico-tecnologiche complesse.

È importante elevare i requisiti dell'efficienza e del risparmio energetici delle aziende, ma anche dell'ecologicità e dell'efficienza degli stessi produttori di energia.

La mostra «EXPO-2017» tenutasi ad Astana, ha di mostrato che il progresso nella sfera dell'energia alternativa, «pulita» si sta muovendo velocemente.

Oggi le fonti rinnovabili di energia (FRE) rappresentano un quarto della produzione mondiale di energia.

In base alle previsioni questo indicatore raggiungerà l'80% nel 2050.

Noi ci siamo posti l'obiettivo di incrementare la percentuale di energia alternativa in Kazakhstan al 30% entro il 2030.

Oggi abbiamo già 55 impianti di FRE con una potenza complessiva di 336 MW che nel 2017 hanno prodotto circa 1,1, miliardi di kWh di energia «verde».

È importante stimolare il business, investire nelle tecnologie «verdi».

Gli Akim (autorità locali N.d.t.) delle regioni devono adottare misure moderne di riciclo e trattamento dei rifiuti solidi urbani con ampio coinvolgimento della piccola e media imprenditoria.

Queste e altre misure richiedono un aggiornamento della legislazione che comprenda anche un Codice ambientale.

TERZO. Le « tecnologie intelligenti» sono un'opportunità per compiere un balzo nello sviluppo del complesso agroalimentare.

La politica agraria deve essere indirizzata a un radicale incremento della produttività del lavoro e all'espansione dell'esportazione di prodotti agricoli trasformati.

Abbiamo imparato a coltivare colture agricole diverse, a produrre grano.

Ne siamo orgogliosi.

Ma ormai questo non basta.

È necessario garantire la trasformazione delle materie prime e portare sui mercati mondiali prodotti finiti di elevata qualità.

È importante che tutto il complesso agroindustriale sia indirizzato alla soluzione di questo problema.

Un'attenzione prioritaria è richiesta dallo sviluppo della scienza agraria.

Essa deve occuparsi in primo luogo del trasferimento delle nuove tecnologie e del loro adeguamento alle condizioni del Paese.

Inoltre è necessario rivedere il ruolo delle università agrarie.

Che non devono semplicemente conferire lauree, ma preparare specialisti che lavorino veramente nel settore agroindustriale o si dedichino all'attività scientifica.

Questi istituti devono rinnovare i loro programmi di studio e diventare centri di diffusione delle conoscenze più avanzate e delle pratiche migliori nel settore agroindustriale.

Per esempio la produttività può essere molto migliorata grazie alle tecnologie di previsione dei periodi più adatti a semina e raccolto e di «irrigazione intelligente», ai sistemi intelligenti di concimazione minerale e di lotta agli insetti nocivi e alle infestanti.

I mezzi agricoli senza conducente consentono di ridurre significativamente i costi in agricoltura, minimizzando il fattore umano.

L'introduzione di nuove tecnologie e di nuovi modelli aziendali e la crescente rilevanza della ricerca scientifica in campo agricolo rendono sempre più necessaria la cooperazione tra aziende.

È necessario prestare sostegno ad ampio raggio alle cooperative agricole.

Lo stato, insieme al mondo dell'impresa, deve individuare nicchie strategiche nei mercati internazionali e sostenere la produzione nazionale.

Il rafforzamento dell'agricoltura deve andare di pari passo con la tutela della qualità e dell'ecologicità della produzione.

Questo consentirà di creare e promuovere il brand «made in Kazakhstan» dei prodotti alimentari naturali che deve essere riconoscibile nel mondo.

È inoltre necessario sostenere coloro che coltivano la terra con i migliori risultati e adottare misure contro coloro che la sfruttano in maniera inefficiente.

Occorre dirottare le sovvenzioni improduttive al fine di rendere i prestiti bancari meno onerosi per il settore agroalimentare.

Dispongo di aumentare in 5 anni la produttività del lavoro nel settore agroindustriale e le esportazioni di prodotti agricoli trasformati di almeno 2,5 volte.

QUARTO. Incremento dell'efficienza delle infrastrutture trasportistico-logistiche.

Oggi il Kazakhstan è attraversato da alcuni corridoi transcontinentali.

Di questo argomento si è parlato non poco.

Nel complesso, il transito di merci attraverso il Kazakhstan nel 2017 è cresciuto del 17% e ha toccato i 17 milioni di tonnellate.

Abbiamo l'obiettivo di portare entro il 2020 a 5 miliardi di dollari il rendimento annuo dei transiti.

Questo consentirà di coprire in tempi brevi le spese sostenute dallo stato nelle infrastrutture.

È necessario garantire un'introduzione su larga scala delle tecnologie digitali quali il blockchain che consente di monitorare il movimento delle merci online e il loro transito senza ostacoli, ma anche semplificare le operazioni doganali.

Le soluzioni moderne permettono di organizzare l'interazione di tutti gli anelli della catena logistica.

L'utilizzo di «grandi dati» (Big data) consente di garantire un'analisi qualitativa, far emergere le potenzialità di crescita e diminuire le spese superflue.

Per questi scopi è necessario introdurre un Sistema trasportistico intelligente.

Che permetterà di gestire con efficienza i flussi trasportistici e definire le necessità di un ulteriore sviluppo dell'infrastruttura.

Per migliorare la mobilità interregionale è importante incrementare il finanziamento della manutenzione e della ricostruzione della rete locale di autostrade.

In una prospettiva a medio termine bisogna portare a 150 miliardi di tenghe i finanziamenti statali destinati ogni anno a questo scopo.

Occorre assicurare la partecipazione attiva a questo lavoro di tutti gli Akim delle regioni.

QUINTO. Introduzione delle tecnologie moderne nell'edilizia e nel settore dei servizi municipali.

Grazie ai programmi realizzati ogni anno in Kazakhstan vengono consegnati più di 10 milioni di metri quadrati di abitazioni.

Il sistema del risparmio-casa funziona con efficacia, rendendo accessibile l'acquisto della casa ad ampi strati della popolazione.

Negli ultimi dieci anni è cresciuta del 30% la superficie abitativa procapite che oggi è pari a 21, 6 di metri quadrati.

Questo indicatore deve salire entro il 2030 a 30 metri quadrati.

Per rispettare questo impegno è necessario adottare nuovi metodi di costruzione, materiali moderni e approcci sostanzialmente diversi alla progettazione e alle scelte urbanistiche.

Occorre stabilire requisiti più elevati di qualità, ecologicità ed efficienza energetica degli edifici.

Le case in costruzione, quelle già esistenti e gli impianti infrastrutturali devono essere dotati di sistemi di gestione intelligente.

Questo consentirà di migliorare il confort per la popolazione, ridurre il consumo di energia elettrica, calore e acqua, spingerà i monopolisti naturali a incrementare la propria efficienza.

È importante apportare le relative modifiche alla legislazione anche nella parte che regola la sfera dei monopoli naturali.

Gli Akim devono risolvere con maggiore dinamismo le questioni della modernizzazione dell'infrastruttura abitativa e dei servizi sulla base di un partenariato pubblico-privato.

Per risolvere il problema dell'acqua potabile di qualità nei centri abitati rurali il governo deve stanziare ogni anno da ogni cespite almeno 100 miliardi di tenghe.

SESTO. «Reset» del settore finanziario.

È necessario che le banche ripuliscano i loro portafogli dai crediti “deteriorati".

I proprietari di banche devono assumersi la responsabilità economica riconoscendo le perdite.

Il trasferimento di fondi effettuato dagli azionisti dalle banche a favore di compagnie affiliate e di persone fisiche deve essere considerato un reato grave.

La Banca Nazionale non deve essere complice di queste manovre.

Altrimenti a che serve questo organismo statale?

Il controllo dell'attività degli istituti finanziari da parte della Banca Nazionale deve essere severo, tempestivo e operativo.

Lo stato continuerà anche in futuro a garantire il rispetto degli interessi dei semplici cittadini.

Bisogna accelerare l'adozione della legge sul fallimento delle persone fisiche.

Incarico inoltre la Banca Nazionale di risolvere definitivamente la questione dei mutui ipotecari in valuta accesi dalla popolazione prima del 1 gennaio 2016, quando è stato introdotto il divieto di concedere tali mutui a persone fisiche.

La Banca Nazionale e il governo devono risolvere congiuntamente la questione della garanzia di finanziamento a lungo termine dell'impresa con tassi che tengano in considerazione la redditività reale nei diversi settori dell'economia.

Di grande rilevanza è l'ulteriore miglioramento del clima degli investimenti e dello sviluppo del mercato dei fondi.

Questo è uno degli obiettivi principali del Centro Finanziario internazionale «Astana» che ha avviato la propria attività!

Sfruttando la migliore esperienza internazionale deve diventare un Hub regionale che applichi il diritto inglese e tecnologie finanziarie moderne.

Lo sviluppo del mercato dei fondi sarà favorito anche dalle IPO promosse dalle società nazionali del Fondo del Benessere Nazionale «Samruk-Kazyna».

SETTIMO. Il capitale umano-caposaldo della modernizzazione

Nuova qualità dell'istruzione.

Bisogna accelerare la creazione di un nostro sistema di istruzione all'avanguardia che coinvolga i cittadini di tutte le età.

La priorità chiave dei programmi formativi deve essere lo sviluppo della capacità di adeguarsi costantemente ai mutamenti e di acquisire nuove conoscenze.

Per quanto riguarda l'istruzione prescolastica entro il 1 settembre 2019 è necessario introdurre programmi standard unificati che abbiano come obiettivo lo sviluppo precoce dei bambini, delle loro abilità sociali e di autoapprendimento.

Nell'istruzione secondaria è iniziata la transizione ai contenuti rinnovati che terminerà nel 2021.

Si tratta di programmi, manuali, standard e personale assolutamente nuovi.

Sarà necessario rivedere le metodologie d'insegnamento e migliorare la qualificazione degli insegnanti.

Nelle università occorre estendere il numero di cattedre e facoltà pedagogiche.

È necessario migliorare la qualità dell'insegnamento di scienze matematiche e naturali a tutti i livelli dell'istruzione.

Questa è una condizione essenziale per preparare la gioventù a un nuovo paradigma tecnologico.

Per aumentare la concorrenza tra istituti di formazione e attrarre capitali privati nelle scuole urbane sarà introdotto un sistema di finanziamento per alunno.

Poiché l'impegno richiesto agli studenti è da noi il più alto fra tutti i paesi CSI ed è mediamente di un terzo superiore a quello dei paesi OSCE, è opportuno alleggerirlo.

In tutte le regioni, nell'ambito dei Palazzi per gli Scolari, bisogna creare una rete di parchi tecnologici e di incubatori d'impresa per l'infanzia dotati di tutta l'infrastruttura necessaria, compresi computer, laboratori e stampanti in 3D.

Questo consentirà una positiva integrazione della giovane generazione nel mondo della ricerca scientifica, dell'industria e della tecnologia.

Il futuro dei Kazakhstan sta nella padronanza delle lingue kazaka, russa e inglese.

È stata elaborata ed è in fase di introduzione una nuova metodica di studio della lingua kazaka destinata alle scuole russofone.

Se vogliamo che la lingua kazaka viva nei secoli dobbiamo modernizzarla, senza appesantirla con un eccessivo numero di termini.

Tuttavia negli ultimi anni sono state tradotte in lingua kazaka settemila parole consolidate e universalmente accettate nel mondo.

Questi «neologismi» a volte rasentano il ridicolo.

Per esempio «galamtor» (Internet) «koltyrauyn» (coccodrillo), «kuj sandyk» (pianoforte) e moltissimi altri casi simili.

È necessario rivedere l'approccio alla fondatezza di tali traduzioni e avvicinare dal punto di vista terminologico la nostra lingua al livello internazionale.

La transizione all'alfabeto latino favorisce la soluzione di tale questione.

Bisogna definire un preciso grafico della transizione all'alfabeto latino entro il 2025 a tutti i livelli dell'istruzione.

La conoscenza della lingua russa rimane importante

Dal 2016 in conformità con i programmi rinnovati, la lingua russa viene insegnata nelle scuole kazakhstane già dalla prima classe.

Dal 2019 verrà avviata la transizione all'insegnamento in lingua inglese di singole discipline scientifiche nelle classi 10° e 11°.

E quindi tutti i nostri diplomati conosceranno tre lingue al livello necessario a vivere e lavorare nel paese e nel mondo globale.

Così nasce una vera società civile.

Ogni persona di qualsiasi etnia potrà scegliere qualsiasi lavoro, anche farsi eleggere Presidente del paese.

I kazakhstani diventeranno una nazione.

I contenuti dell'istruzione devono essere integrati armoniosamente con un supporto tecnico moderno.

È importante proseguire l'attività di sviluppo delle risorse formative digitali, l'allaccio alla banda larga e la dotazione di apparecchiature video alle nostre scuole.

È necessario rinnovare i programmi di insegnamento degli istituti tecnici e professionali, coinvolgendo i datori di lavoro, sulla base dei requisiti internazionali e delle competenze digitali.

Bisogna proseguire la realizzazione del progetto «Formazione tecnico-professionale gratuita per tutti».

Lo stato dà al giovane una prima professione.

Il governo deve rispettare questo impegno.

Bisogna mettere in rete videolezioni e videoconferenze tenute dai migliori insegnanti di scuole medie, licei e istituti universitari.

Questo consentirà a tutti i kazakhstani, anche quelli che abitano in remoti centri abitati, di avere accesso alle migliori conoscenze e competenze.

In merito all'istruzione superiore bisogna incrementare il numero di laureati in tecnologie informatiche, preparati a lavorare con le intelligenze artificiali e i «big data».

Bisogna inoltre sviluppare la ricerca universitaria privilegiando metallurgia, petrolchimica e gas, agroindustria, biotecnologie e tecnologie IT.

È necessario realizzare nella ricerca scientifica applicata una transizione graduale alla lingua inglese.

Gli istituti universitari devono realizzare dinamicamente progetti congiunti con università e centri di ricerca leader stranieri e con grandi imprese e multinazionali.

Il cofinanziamento da parte del settore privato deve diventare requisito imprescindibile per tutta la ricerca scientifica applicata.

Bisogna costruire una politica di sistema per sostenere i nostri giovani scienziati assegnando loro quote nell'ambito delle sovvenzioni scientifiche.

È ora di considerare l'istruzione un settore autonomo dell'economia con propri progetti di investimento e potenzialità di esportazione.

È necessario fissare nella legislazione la libertà accademica degli istituti universitari, dando loro maggiori diritti di elaborare programmi formativi.

È necessario rafforzare la riqualificazione degli insegnanti, attrarre manager stranieri nei nostri istituti, aprire campus di università straniere.

Incrementare le potenzialità della nazione richiede un ulteriore sviluppo della nostra cultura e della nostra ideologia.

Il senso di «Рухани жаңғыру» (Eredità culturale) è proprio qui.

Il cittadino ideale della nostra società deve essere un kazakhstano che conosce la storia, la lingua, la cultura del suo paese, ma che al contempo è moderno, padroneggia lingue straniere e ha visioni avanzate e globali.

Sistema sanitario di prima categoria e una nazione sana.

Con l'aumento della durata della vita della popolazione e lo sviluppo delle tecnologie in campo medico, la richiesta di servizi sanitari crescerà.

Un sistema sanitario moderno deve orientarsi maggiormente sulla prevenzione delle malattie e non su costose cure ospedaliere.

Bisogna rafforzare la gestione della salute pubblica, propagandando un modello sano di vita.

Si deve riservare particolare attenzione alla tutela e al rafforzamento della salute riproduttiva dei giovani.

Bisogna passare dall'ospedalizzazione poco efficiente e costosa per lo stato alla gestione delle principali malattie croniche con sistemi di diagnostica a distanza e di cura ambulatoriale.

Nel mondo questa esperienza è diffusa già da tempo.

Deve essere introdotta con coraggio e dinamismo.

È necessario adottare un piano complessivo di lotta alle malattie oncologiche, creare un centro scientifico oncologico.

Bisogna garantire diagnosi e cura precoci ed efficaci dei tumori sulla base della più avanzata esperienza internazionale.

Dobbiamo fare lo stesso lavoro che abbiamo fatto in cardiologia, nella lotta alla tubercolosi e in ostetricia.

La salute pubblica adotterà gradualmente il sistema di assicurazione medico sociale obbligatoria (OSMS) fondato sulla responsabilità solidale di cittadini, stato e datori di lavoro.

Non vi è alcun dubbio sulla necessità della sua introduzione.

Tuttavia è necessario realizzare un lavoro propedeutico più attento, lavoro che non hanno fatto né il Ministero della salute né il Ministero della tutela del lavoro.

Bisogna elaborare un nuovo modello di livelli minimi di assistenza sanitaria gratuita (GOBMP) definendo i limiti precisi degli obblighi dello stato.

La popolazione può ricevere i servizi che lo stato non garantisce assicurandosi al “OSMS" oppure con una assicurazione medica volontaria oppure coprendo direttamente una parte dei costi.

È necessario aumentare l'accesso e l'efficienza dell'assistenza sanitaria mediante l'integrazione dei sistemi informatici, l'utilizzo di app digitali mobili, l'introduzione di tessere sanitarie elettroniche e il passaggio a ospedali «senza carta».

È necessario avviare l'introduzione in medicina di tecnologie di analisi genetica e di intelligenza artificiale che moltiplicano l'efficacia della diagnostica e della cura delle diverse patologie.

Un problema importante è quello di garantire la qualità della preparazione del personale medico.

Oggi abbiamo la straordinaria Scuola di medicina dell'università Nazarbayev, presso la quale opera una clinica universitaria integrata.

Questa esperienza deve essere trasferita a tutte le facoltà di medicina.

Per realizzare queste e altre misure bisogna elaborare una nuova redazione del Codice «Della salute del popolo e del sistema sanitario».

Occupazione di qualità ed equo sistema di tutela sociale.

È importante garantire l'efficienza del mercato del lavoro, creare le condizioni perché ciascuno possa realizzare le proprie potenzialità.

È necessario elaborare standard moderni per tutte le professioni principali.

Nell'ambito di tali standard, datori di lavoro e imprenditori definiranno esattamente conoscenze, saperi e competenze di cui dovrebbero disporre i lavoratori.

Sulla base dei requisiti di questi standard professionali bisogna elaborare nuovi programmi formativi oppure rinnovare quelli vigenti.

Lavoratori autonomi e disoccupati costituiscono una riserva importante per la crescita economica.

Ho chiesto molte volte di approfondire la questione dei lavoratori autonomi.

Il Ministero del lavoro e della tutela sociale della popolazione su tale questione ha mostrato superficialità e mancanza di senso di responsabilità.

È necessario fornire più opportunità per coinvolgere le persone in un'occupazione produttiva: aprire una propria impresa oppure ottenere una nuova professione e trovare un lavoro.

L'opera dell'azienda scientifico-produttiva «Atameken» nella formazione al business merita di essere sostenuta.

È importante coinvolgere queste categorie della popolazione con un Programma di sviluppo dell'occupazione produttiva e dell'imprenditoria diffusa rafforzandone gli strumenti.

Il processo di registrazione dei lavoratori autonomi deve essere semplificato al massimo, bisogna creare le condizioni per le quali il lavoro autonomo trovi conveniente rispettare coscienziosamente i propri impegni nei confronti dello stato.

I kazakhstani devono avere l'opportunità di trovare relativamente in fretta un nuovo lavoro anche in altri centri abitati del paese.

È necessaria l'introduzione su larga scala di una unica Borsa del lavoro elettronica in cui deve essere registrata ogni informazione su offerte e domande di lavoro.

Senza muoversi da casa ogni persona potrà superare i test di orientamento professionale, ottenere informazioni su corsi di addestramento, misure di sostegno statale e trovare un lavoro interessante.

Anche i libretti di lavoro devono essere in formato elettronico.

La legge sulla borsa elettronica del lavoro deve essere adottata entro il 1 aprile 2018.

La politica sociale sarà realizzata coinvolgendo i cittadini nella intera vita economica.

Il sistema pensionistico è ora collegato completamente all'anzianità di lavoro.

Maggiore è l'anzianità di lavoro, maggiore sarà la pensione.

Per questo tutti i kazakhstani hanno bisogno di affrontare seriamente la regolarizzazione della loro attività lavorativa.

Nel sistema di assicurazione sociale verrà anche rafforzata la correlazione tra anzianità lavorativa ed entità della retribuzione.

Dal 2018 abbiamo avviato nuove modalità di prestazione del sostegno statale mirato agli strati poco abbienti della popolazione.

Ne abbiamo elevato la soglia dal 40% al 50% del reddito minimo.

I cittadini poveri in grado di lavorare potranno ricevere i sussidi a condizione che partecipino a misure di promozione dell'occupazione.

Saranno rafforzate le misure di sostegno ai cittadini inabili al lavoro.

Cari kazakhstani!

Lo stato rispetterà completamente tutti i suoi impegni sociali.

Desidero ricordare che negli anni 2016-2017 pensioni e sussidi sono stati aumentati tre volte.

La pensione base è aumentata nel complesso del 29%, quella di anzianità del 32%, i bonus per i neonati hanno subito un incremento del 37%, mentre le pensioni di invalidità e di reversibilità del 43%.

Le retribuzioni dei dipendenti della sanità sono cresciute del 28%, quelle dei lavoratori dell'istruzione fino al 29%, nel settore del welfare gli stipendi sono cresciuti anche del 40%, del 30% quelli dei dipendenti statali del gruppo «B», le borse di studio hanno registrato un incremento del 25%.

Siamo in un periodo di crisi e non sono molti i paesi al mondo che hanno potuto aumentare così la spesa sociale.

Le spese del bilancio repubblicano per la sfera sociale nel 2018 sono state incrementate del 12% superando i 4,1 trilioni di tenghe.

L'aumento delle prestazioni sociali, comprese le pensioni, aumenterà il reddito di più di 3 milioni di kazakhstani.

Dal 1 gennaio 2018 le pensioni di anzianità sono cresciute dell'8%.

L'incremento dei sussidi a invalidi e a nuclei familiari superstiti al produttore di reddito o con minori disabili ha raggiunto anche il 16%.

Dal 1 giugno 2018 la pensione base crescerà in media di 1,8 volte in relazione all'anzianità di lavoro.

Inoltre dispongo di introdurre dal 1 luglio 2018 sussidi statali supplementari per i genitori che si occupano della cura di minori disabili di 1° gruppo fin dalla nascita.

Ogni mese circa 14.000 famiglie otterranno questi sussidi pari almeno al reddito minimo.

A questo fine saranno necessari fino a tre miliardi di tenghe nel 2018.

Per migliorare il prestigio della professione di insegnante, dispongo che dal 1 gennaio 2018 lo stipendio degli insegnanti che abbiano adottato il materiale didattico di contenuto rinnovato, sia aumentato del 30%.

Contenuto rinnovato vuol dire programmi scolastici moderni, conformi agli standard internazionali e che hanno superato l'adeguamento nelle scuole intellettuali Nazarbayev.

Si tratta di programmi che consentono ai nostri figli di sviluppare le necessarie competenze funzionali e un pensiero critico.

Dispongo inoltre di introdurre nel 2018 una nuova griglia di categorie di insegnanti che tenga conto del loro livello di qualificazione, con un aumento del divario tra categorie.

È necessario che l'attribuzione delle categorie venga fatta attraverso un test nazionale di qualificazione come avviene in tutto il mondo.

Questo stimolerà i pedagoghi a un costante processo di perfezionamento.

Di conseguenza, in relazione alla qualifica ratificata, lo stipendio degli insegnanti aumenterà nel complesso tra il 30 e il 50%.

A questo fine nell'anno in corso è necessario stanziare ulteriormente 67 miliardi di tenghe.

OTTO. Una gestione statale efficiente.

Bisogna proseguire il lavoro per diminuire il costo dell'amministrazione statale per imprenditori e famiglie.

È quindi importante accelerare l'adozione di una legge che proceda a un'ulteriore deregulation del business.

È necessario garantire la digitalizzazione dei processi in base ai quali l'impresa ottiene il sostegno statale che deve essere erogato secondo il principio dello «sportello unico».

L'integrazione dei sistemi informatici degli enti statali consentirà la transizione da un sistema che prevede la prestazione di singoli servizi statali a un sistema complessivo basato sul al principio della «domanda unica».

Bisogna inoltre proseguire il lavoro per incrementare la qualità dei servizi dei soggetti dei monopoli naturali.

È importante fissare tariffe ragionevoli per loro e per i produttori di energia alla luce anche dei programmi di investimento.

Sono necessarie azioni decise per migliorare il clima per il business soprattutto a livello regionale.

Il governo deve preparare un nuovo pacchetto di misure sistematiche per il sostegno del business facendolo emergere dall'illegalità.

Bisogna accelerare l'attuazione del piano di privatizzazione, espandendolo con una riduzione del numero di organizzazioni subordinate agli organismi statali.

Le organizzazioni subordinate che sono realmente necessarie, devono, se possibile, essere consolidate per diminuire le spese amministrative.

I mezzi resi così disponibili devono essere indirizzati all'introduzione di un nuovo sistema di retribuzione dei dipendenti pubblici sulla base di una scala proporzionale.

Questa scala ridurrà le sproporzioni tra gli stipendi dei dipendenti pubblici delle regioni e di quelli del centro e terrà inoltre in considerazione il carattere del lavoro e la sua efficienza.

Incarico il Governo, insieme all'Agenzia per gli enti pubblici, di realizzare nel 2018 progetti pilota per l'introduzione di questo sistema negli enti pubblici centrali e locali.

È necessario far emergere ancora più completamente il potenziale di efficienza dei servizi statali nelle regioni attraverso l'incremento della loro autonomia economica e della loro responsabilità.

Nel complesso, l'attenzione della politica regionale dovrebbe spostarsi dalla perequazione delle spese allo stimolo dell'incremento delle entrate autonome delle regioni.

In particolare in prospettiva una delle fonti di finanziamento di ogni regione è lo sviluppo del turismo estero e interno che oggi nel mondo crea un posto di lavoro ogni dieci.

Il governo per parte sua deve adottare un complesso di misure che comprenda la semplificazione delle procedure di visto, lo sviluppo dell'infrastruttura e l'eliminazione delle barriere nel campo del turismo.

Nell'ambito del decentramento fiscale è necessario risolvere la questione del trasferimento ai bilanci regionali delle imposte sul reddito delle società delle piccole e medie imprese.

Dal 1 gennaio 2018 nelle città di importanza provinciale, nei villaggi e nei distretti rurali con popolazione superiore ai 2.000 abitanti è prevista l'introduzione per legge di un budget autonomo e di autogoverno locale della proprietà comunale.

Dal 2020 queste norme saranno in vigore in tutti i centri abitati.

Al bilancio del villaggio sono stati trasferiti 7 tipi di entrate fiscali e di altra natura e anche 19 capitoli di spesa.

Questo consentirà di coinvolgere la popolazione nella soluzione di problemi locali.

Inoltre gli organismi statali devono adottare moderne tecnologie digitali per recepire critiche e proposte dei cittadini in tempo reale e dare risposte operative.

Nell'introduzione di nuove tecnologie, lo stato e le società devono garantire la tutela sicura dei propri sistemi e apparati informatici.

Oggi il concetto di cyber security indica non solo la tutela dell'informazione, ma anche la protezione dell'accesso alla gestione degli impianti produttivi e infrastrutturali.

Queste e altre misure devono riflettersi nella Strategia della sicurezza nazionale del Kazakhstan.

NONO. Lotta alla corruzione e supremazia della legge.

Verrà portata avanti la lotta preventiva alla corruzione.

Si sta svolgendo un grande lavoro.

Solo negli ultimi tre anni sono state condannate per corruzione più di 2.500 persone tra le quali funzionari apicali dello stato e dirigenti di società pubbliche.

In questo periodo sono stati rimborsati circa 17 miliardi di tenghe del danno da loro provocato.

È rilevante la digitalizzazione dei processi negli enti pubblici compresa la loro interazione con la popolazione e il mondo dell'impresa.

In particolare i cittadini devono sapere come vengono valutati i loro appelli e ottenere in tempo risposte adeguate.

Sono in fase di realizzazione trasformazioni istituzionali del sistema della giustizia e delle forze dell'ordine.

Nella legislazione sono state introdotte norme che prevedono un rafforzamento della tutela dei diritti dei cittadini nel processo penale con un alleggerimento del suo carattere repressivo.

Sono stati ampliati i diritti degli avvocati e anche il controllo giudiziario nella fase preprocessuale.

Sono stati separati i poteri e le zone di responsabilità delle forze dell'ordine.

È necessario portare avanti il lavoro per rafforzare le garanzie dei diritti costituzionali dei cittadini, garantire la supremazia della legge, l'umanizzazione dell'attività delle forze dell'ordine.

Nell'ambito della tutela dell'ordine pubblico e della garanzia della sicurezza, bisogna introdurre operativamente sistemi intelligenti di videosorveglianza e riconoscimento nelle strade e nei luoghi di assembramento dei cittadini e di controllo del traffico stradale.

DIECI. «Città intelligenti» per una «nazione intelligente»

Il 2018 è l'anno del ventesimo compleanno della nostra capitale Astana.

La sua formazione e il suo ingresso nel novero dei più importanti centri di sviluppo dell'Eurasia: sono l'orgoglio di tutti noi.

Le tecnologie moderne offrono soluzioni efficaci ai problemi delle megalopoli in veloce crescita.

Bisogna introdurre complessivamente la gestione dell'ambiente urbano sulla base della concezione della «Smart city» e dello sviluppo delle competenze delle persone inurbate.

Nel mondo si è giunti alla conclusione che sono proprio le città a competere per attrarre gli investitori.

Che scelgono non il paese, ma la città in cui vivere e lavorare comodamente.

Per questo sulla base dell'esperienza di Astana è necessario creare uno standard «di riferimento» della «Smart city» e avviare la diffusione delle migliori prassi e lo scambio di esperienze tra le città del Kazakhstan.

Le «città intelligenti» diventano locomotive dello sviluppo regionale, della diffusione delle innovazioni e di aumento della qualità della vita in tutto il territorio del paese.

Ecco dunque 10 obiettivi. Comprensibili e chiari.

Cari Kazakhstani!

Grazie alla stabilità politica e al consenso sociale abbiamo avviato la modernizzazione dell'economia, della politica e delle coscienze.

È stato dato impulso a una nuova fase dello sviluppo tecnologico e infrastrutturale.

La riforma costituzionale ha stabilito un equilibrio più preciso tra i poteri.

Abbiamo messo in moto un processo di rinnovamento della coscienza nazionale.

In sostanza questi tre indirizzi di base costituiscono una triade sistematica della modernizzazione kazakhstana.

Per essere adeguati ai tempi nuovi dobbiamo unirci in un'unica nazione una nazione prossima all'ascesa storica alla Quarta rivoluzione industriale.

Created at : 10.01.2018, 17:05, Updated at : 10.01.2018, 17:05